Frenulo breve

Il frenulo, definito volgarmente il “filetto”,  è una delicata piega cutanea che fissa il prepuzio alla superficie inferiore del glande. La sua funzione fisiologica è quella di impedire una eccessiva retrazione del prepuzio quando il pene raggiunge lo stato di erezione.

Molto spesso il frenulo può essere non sufficientemente lungo causando una vera e propria patologia andrologica denominata “frenulo corto” o “frenulo breve”.

Cause

Il frenulo breve è una comune anomalia genitale dipendente da un difetto durante lo sviluppo sessuale maschile: tipicamente, i soggetti affetti da tale condizione non riescono a scoprire completamente il prepuzio durante la pubertà. Per questo motivo il frenulo breve si trova associato spesso (ma non sempre) con la fimosi. Altre volte il frenulo è molto spesso o non sufficientemente elastico, tanto da rompersi durante la masturbazione o duranti i primi rapporti sessuali. Tale situazione comporta spesso un sanguinamento, da poche gocce fino ad una vera e propria emorragia, che, nella maggior parte dei casi , è fonte di ansia o addirittura di un autentico attacco di panico per il giovane ed inconsapevole paziente. Un frenulo sottoposto a continui traumi ed a successive cicatrizzazioni può ispessirsi in maniera patologica e perdere la sua normale elasticità.

Definizione e sintomi

Tipicamente un frenulo breve impedisce la completa retrazione del prepuzio in fase di erezione causando una curvatura del glande verso il basso. E’ chiaro che esistono varie forme di gravità di tale patologia, dal momento che un frenulo può essere più o meno breve dando luogo a sintomi più o meno fastidiosi.

Terapia

La terapia del frenulo breve si basa su un semplice intervento chirurgico denominato frenulotomia. Durante tale intervento il frenulo può venire solamente inciso, oppure inciso e rimosso completamente. Successivamente viene suturato (frenulo-plastica) tramite punti chirurgici in materiale assorbibile spontaneamente nel giro di una decina di giorni.

L’ intervento dura circa 30 minuti, viene svolto in anestesia locale e comporta l’ astensione dall’ attività sessuale per circa due settimane. E’ possibile svolgere una blanda attività lavorativa già il giorno stesso dell’ intervento.


A cura di

Dr Luigi Gallo - Napoli

L’ANDROLOGO: UN AMICO A CUI FAR VISITA